Commercianti al minuto trimestrali, entro oggi la comunicazione sul contante

Scade oggi, 23 aprile, il termine entro il quale i commercianti al minuto in regime trimestrale sono tenuti a presentare una comunicazione preventiva in relazione all’utilizzo del contante.

Ai sensi dell’art. 3, comma 1, del D.L. 2 marzo 2012, n. 16, convertito con modifiche dalla Legge 26 aprile 2012, n. 44, come riformulato dall’art. 1, comma 245 , della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge di Bilancio 2019):

  1. per l’acquisto di beni e servizi legati al turismo effettuati – presso commercianti al minuto ed agenzie di viaggio – da cittadini stranieri, il limite per il trasferimento di denaro contante di cui all’art. 49, comma 1, del D.Lgs. 21 novembre 2007, n. 231, è elevato a 15mila euro;
  2. tale regola si applica semprechè il cedente del bene o il prestatore del servizio provveda ai seguenti adempimenti:
    – all’atto dell’effettuazione dell’operazione acquisisca fotocopia del passaporto del cessionario/committente nonché apposita autocertificazione di quest’ultimo, attestante che non è cittadino italiano e che ha la residenza fuori del territorio dello Stato;
    – nel primo giorno feriale successivo a quello di effettuazione dell’operazione versi il denaro contante incassato in un conto corrente intestato al cedente/prestatore presso un operatore finanziario, consegnando a quest’ultimo copia della ricevuta della comunicazione di cui sopra.
logo