Confedilizia contro la “patrimoniale Imu-Tasi”

In considerazione degli ultimi dati diffusi dall’Istat,  “un Governo responsabile inizierebbe a smontare la patrimoniale sugli immobili da 21 miliardi di euro l’anno, anche per favorire una ripresa dei consumi e delle mille attività economiche collegate all’edilizia, con riflessi positivi sull’occupazione.

Ad oggi, invece, la patrimoniale Monti è ancora lì (anche se la legge del 2011 definisce l’Imu ‘sperimentale’…)”: lo ha sottolineato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa. “Rispetto al 2010 – rileva l’associazione dei proprietari di immobili – i prezzi delle abitazioni esistenti risultano in calo (…) del 23,7 per cento. La realtà, peraltro, è ancora peggiore: in molte zone d’Italia si registrano diminuzioni superiori e non si contano i casi di valori azzerati per effetto dell’assenza di compratori disposti ad acquistare”.

logo