Ecobonus escluso per gli immobili-merce

Per i redditi d’impresa (inclusi quelli prodotti dalle società), la detrazione prevista per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti può essere riconosciuta solo per gli interventi sui fabbricati strumentali, mentre ne restano esclusi gli immobili-merce, categoria nella quale sono compresi anche quelli locati a terzi dalle società di gestione immobiliare: lo ha affermato la quinta sezione tributaria della Corte di Cassazione con la sentenza 25 giugno 2019, n. 19815, depositata lo scorso 23 luglio.

Nell’occasione i giudici di legittimità hanno inoltre sottolineato che tale conclusione è in linea con la Risoluzione n. 340/E/2008, laddove l’Agenzia ha affermato che la detrazione compete solo in relazione ai fabbricati strumentali utilizzati nell’esercizio dell’attività imprenditoriale (cioè in relazione agli immobili la cui unica destinazione è di essere direttamente impiegati per l’espletamento delle attività tipicamente imprenditoriali, e cioè quelli che, per destinazione, sono inseriti nel complesso aziendale e non sono quindi suscettibili di creare un reddito autonomo). Per gli Ermellini, in particolare, condizione affinchè le imprese possano fruire della detrazione è che all’intervento di risparmio energetico consegua un’effettiva riduzione dei consumi energetici nell’esercizio dell’attività imprenditoriale, mentre l’agevolazione non può riguardare gli interventi realizzati su beni oggetto dell’attività esercitata, come nel caso degli immobili locati a terzi.

Con la pronuncia in commento è stato infine confermato che se gli immobili sui quali è effettuato l’intervento sono concessi a terzi a titolo di leasing, la detrazione è comunque dovuta, ma compete all’utilizzatore anziché alla società concedente.

Si ricorda che con la Risposta all’istanza di interpello 24 luglio 2019, n. 313, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che, in assenza di diversa indicazione nell’atto di trasferimento dell’immobile oggetto di riqualificazione energetica, le quote residue di detrazione spettano all’acquirente.

logo