Enasarco, entro il 31 ottobre le domande di contributo per asili nido e soggiorni estivi

Scade il prossimo 31 ottobre 2018 il termine per la presentazione delle domande per l’assegnazione dei contributi messi a disposizione della Fondazione Enasarco per la frequenza di asili nido e soggiorni estivi dei figli degli agenti iscritti, nell’ambito delle prestazioni integrative di previdenza erogate nel 2018.

Nel dettaglio, il contributo asili nido – che ammonta fino a 1.000 euro per ciascun nucleo familiare – spetta alle famiglie di agenti con figli in età da 0 a 3 anni che abbiano frequentato, nell’anno scolastico 2016/17, le scuole dell’infanzia pubbliche o private (parificate o legalmente riconosciute).

Il contributo per soggiorni estivi, che può arrivare a 300 euro per nucleo familiare, è destinato invece alle famiglie di agenti con figli in età da 4 a 13 anni che abbiano frequentato per almeno 15 giorni lavorativi – anche non consecutivi – i soggiorni estivi organizzati da strutture pubbliche o private nel periodo estivo da giugno a settembre 2018.

I requisiti di accesso ai contributi, che sono i medesimi per entrambe le agevolazioni, prevedono:

  1. per gli agenti in attività (alla data dell’1/9/2018): avere un conto previdenziale, incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo al 31/12/2017 di almeno 1.881 euro e un’anzianità contributiva complessiva di almeno tre anni (di cui 2015, 2016 e 2017 consecutivi, per un totale di 12 trimestri);
  2. per i pensionati: essere titolare di una pensione diretta Enasarco;
  3. essere titolare di un valore ISEE non superiore a 31.898,81 euro.

Le domande dovranno essere presentate utilizzando il modello pubblicato sul sito della Fondazione e inviate entro il 31 ottobre 2018, allegando la documentazione richiesta, con le seguenti modalità:

  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo prestazioni@pec.enasarco.it, oppure
  • raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco – Servizio Prestazioni/PIF – Via A. Usodimare 31, 00154 Roma.
logo