In arrivo nuove restrizioni nel Dpcm anti Covid-19: chiusura anticipata di bar e ristoranti e limitazioni per feste private e cerimonie

Dopo la riunione tenutasi ieri con il Comitato tecnico-scientifico, è previsto per oggi l’incontro tra Governo, Regioni ed enti locali in vista dell’approvazione del Decreto del presidente del Consiglio con le nuove regole anti contagio da Covid-19, che dovrebbero trovare applicazione da giovedì 15 ottobre 2020.

Secondo le prime anticipazioni, le nuove misure dovrebbero prevedere:

  • la chiusura alle ore 24.00 di bar e ristoranti e il divieto di consumare bevande all’aperto dopo le ore 21.00;
  • il divieto di feste private e l’obbligo di un numero massimo di trenta partecipanti alle cerimonie e riunioni (battesimi, matrimoni, feste di laurea, ecc.);
  • il divieto per gli sport amatoriali di contatto (come il calcetto, il volley, il basket).

Sarebbero confermate, per il momento, le limitazioni alle presenze e le regole di distanziamento esistenti per congressi, fiere e manifestazioni pubbliche. Raccomandato l’uso dello smart working e l’uso delle mascherine per i non conviventi anche all’interno della casa. In valutazione la limitazione della quarantena a 10 giorni e lo stop al doppio tampone negativo.

Si ricorda inoltre che ai sensi del D.L. 7 ottobre 2020, n. 125, i governatori delle Regioni potranno introdurre autonomamente solo disposizioni più restrittive rispetto alle misure di contenimento decise dal Governo. La previsione di misure ampliative è ammessa nei soli casi e nel rispetto dei criteri previsti dai decreti nazionali e d’intesa con il Ministro della salute.

logo