Iva all’importazione, per la definizione agevolata dei pvc dichiarazione entro il 31 maggio 2019

Facendo seguito al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 23 gennaio 2019, n. 17776, in materia di definizione agevolata dei processi verbali di constatazione, ieri l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha confermato che:

  1. tale regolarizzazione si applica anche alle violazioni riferite alle dichiarazioni ed operazioni doganali oggetto di pvc (ai sensi dell’art. 24 della Legge 7 gennaio 1929, n. 4) consegnati entro il 24 ottobre 2018 in materia di Iva all’importazione;
  2. ne restano invece escluse le violazioni relative alle risorse proprie tradizionali previste dall’art. 2, paragrafo 1, lettera a), della decisione 26 maggio 2014, n. 2014/335/UE.

Al riguardo si ricorda inoltre quanto segue:

  1. ai fini della definizione agevolata in commento, il contribuente è tenuto ad effettuare il pagamento integrale delle somme dovute a titolo di Iva all’importazione, con esclusione degli importi a titolo di sanzioni amministrative irrogabili ai sensi dell’art. 17, comma 1, del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472 e degli interessi;
  2. la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata dovrà essere presentata entro il 31 maggio 2019, direttamente o tramite posta elettronica certificata, al competente ufficio delle Dogane;
  3. l’importo dovuto dovrà essere versato presso l’Ufficio della Dogana in un’unica soluzione entro la predetta data del 31 maggio 2019, attraverso le modalità ordinarie di pagamento (contanti, bonifico bancario o a mezzo conto corrente postale, altri mezzi elettronici di pagamento);
  4. l’Ufficio delle Dogane deve rilasciare un’apposita ricevuta (Modello A 22), recante la seguente indicazione: “Art. 1 – Adesione alla definizione agevolata 2018 – processi verbali di constatazione”.

Si ricorda infine che la definizione agevolata dei processi verbali di constatazione è prevista e disciplinata dall’art. 1 del decreto fiscale collegato alla Manovra di fine anno (D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, convertito con modifiche dalla Legge 17 dicembre 2018, n. 136).

logo