Le spese per lo sport dei figli detraibili se è indicata l’attività praticata

Ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera i-quinquies), del Tuir, sono detraibili nella misura del 19 per cento le spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.

Al riguardo si precisa quanto segue, anche alla luce di quanto dispongono l’art. 2 del D.M. 28 marzo 2007 e la Circolare dell’Agenzia delle Entrate 27 aprile 2018, n. 7/E:

  1. la detrazione è calcolata su un ammontare di spese non superiore a 210 euro;
  2. le associazioni e strutture sportive devono essere in possesso di specifici requisiti, stabiliti con un apposito decreto;
  3. per poter beneficiare dell’agevolazione, la spesa dev’essere certificata da bollettino bancario o postale oppure da fattura, ricevuta o quietanza di pagamento rilasciata dalla struttura sportiva;
  4. la documentazione deve riportare:
    1. la ditta, la denominazione o la ragione sociale oppure il cognome e il nome (se persona fisica) e la sede o la residenza nonché il codice fiscale del percettore;
    2. la causale del pagamento;
    3. l’attività sportiva esercitata;
    4. l’importo pagato;
    5. i dati anagrafici del ragazzo e il codice fiscale di chi effettua il versamento.
logo