Locazioni “brevi”, l’Anc chiede una proroga della scadenza del 2 luglio

|

Soltanto lo scorso 12 giugno sono state approvate le specifiche tecniche relative alla comunicazione telematica dei dati dei contratti di locazione “brevi” stipulati dal 1° giugno 2017. Considerato che gli intermediari immobiliari – compresi i soggetti che gestiscono portali online – sono tenuti all’adempimento entro il prossimo 2 luglio (in quanto il 30 giugno cadrà di sabato), e quindi il tempo a disposizione appare limitato, l’Associazione nazionale commercialisti “ritiene plausibile da parte della stessa Amministrazione uno slittamento adeguato della scadenza”.

Attraverso un comunicato stampa , in particolare, l’associazione guidata da Marco Cuchel “chiede che l’Amministrazione Finanziaria disponga una proroga per consentire agli operatori interessati di assolvere adeguatamente l’adempimento, limitando il rischio di compiere errori e di incorrere nelle conseguenti sanzioni”. Si ricorda che l’adempimento in esame è stato introdotto dall’art. 4 della “Manovra correttiva” dell’anno scorso (D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modifiche dalla Legge 21 giugno 2017, n. 96.

La norma dispone che:

  1. a decorrere dal 1° giugno 2017, i redditi derivanti dai contratti di locazione breve stipulati a partire da tale data saranno assoggettati – su opzione – alla cedolare secca (di cui all’art. 3 del D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23) con l’aliquota del 21 per cento;
  2. a tal fine, per locazioni “brevi” si intendono i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, compresi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati: – da persone fisiche; – al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa; – direttamente o tramite agenzie immobiliare (anche attraverso la gestione di portali online);
  3. i soggetti che esercitano – anche mediante portali online – attività di intermediazione immobiliare, di trasmettere i dati relativi a locazioni brevi concluse per mezzo del loro intervento. In difetto, si applica la sanzione di cui all’art. 11, comma 1, del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471;
  4. la sanzione è ridotta del 50 per cento se entro i 15 giorni successivi alla scadenza:
    – la trasmissione è effettuata; oppure
    – è effettuata la trasmissione corretta dei dati;
  5. detti intermediari sono tenuti a:
    – operare, in qualità di sostituti d’imposta, una ritenuta del 21 per cento sull’ammontare dei canoni e corrispettivi all’atto dell’accredito;
    – versarla;
    – effettuare la relativa certificazione.
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close