Lombardia, entro il 31 ottobre le domande di contributo per lo sport dei figli

C’è tempo fino al prossimo 31 ottobre per presentare la domanda di partecipazione al bando “Dote Sport 2018”, attraverso il quale la Regione Lombardia intende aiutare le famiglie in condizioni economiche meno favorevoli ad avvicinare i propri figli allo sport.

In particolare:

  1. la misura consiste in un contributo diretto a coprire parzialmente i costi sostenuti per le attività sportive dei minori di età compresa fra 6 e 17 anni compiuti o da compiere entro il 31 dicembre 2018;
  2. tali attività devono:
    1. prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;
    2. avere una durata continuativa di almeno sei mesi;
    3. essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte ai registri Coni e/o Cip o affiliate a federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, federazioni sportive paralimpiche, federazioni sportive nazionali paralimpiche, discipline sportive paralimpiche, discipline sportive associate paralimpiche o da soggetti gestori di impianti società in house (a totale partecipazione pubblica) di enti locali lombardi;
  3. possono accedere al contributo i nuclei familiari:
    1. in cui almeno uno dei due genitori (o tutore/genitore affidatario), sia residente in modo continuativo da almeno cinque anni in Lombardia, alla data di scadenza del Bando (31 ottobre 2018);
    2. che alla presentazione della domanda siano in possesso di un indicatore Isee non superiore a 20mila euro o non superiore a 30mila euro, nel caso di nuclei familiari in cui è presente un minore diversamente abile;
  4. il bando prevede il rimborso delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2018 – giugno 2019, per l’attività sportiva dei minori;
  5. ciascuna famiglia potrà beneficiare di una sola dote, di importo variabile da 50 euro a 200 euro;
  6. in presenza di nuclei familiari con più di tre minori, potranno essere assegnate due doti;
  7. nessun limite di doti è previsto per i nuclei familiari con un minore diversamente abile.
logo