NaDef 2019, Confprofessioni: “Su gli investimenti e giù le tasse”

Con un comunicato stampa diffuso ieri, Confprofessioni riepiloga i punti-chiave della Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (NaDef), approvato lunedì scorso dal Consiglio dei Ministri.

In particolare, Palazzo Chigi ha tracciato una strategia di sviluppo fondata su:

  1. incremento degli investimenti pubblici, soprattutto con riferimento all’innovazione, alla conversione all’economia verde nonché al potenziamento delle infrastrutture;
  2. azzeramento delle clausole di salvaguardia sull’Iva per il 2020 e loro riduzione per il biennio 2021-2022;
  3. diminuzione del carico fiscale sul lavoro;
  4. aumento della produttività del sistema economico, della pubblica amministrazione e della giustizia;
  5. digitalizzazione dei pagamenti;
  6. rafforzamento delle politiche contro le disuguaglianze e la disoccupazione, a partire da quella giovanile e femminile;
  7. lotta all’evasione fiscale.

Tra i principali obiettivi del Governo il rilancio della crescita del Paese che – come ha dichiarato il ministro Gualtieri nella premessa alla Nota – “da almeno due decenni soffre di una bassa dinamica della produttività e di una altrettanto insoddisfacente crescita demografica”.

logo