Nel “bonus cultura” anche i dvd

“Bonus cultura” esteso anche all’acquisto di prodotti editoriali audiovisivi, come ad esempio i dvd: lo prevede un emendamento al disegno di legge di Bilancio che il Governo sta presentando in queste ore al Senato.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. la misura fu introdotta dall’art. 1, comma 979, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Bilancio 2016) e prorogata dapprima dalla Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Bilancio 2017) e infine dalla Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018);
  2. possono usufruire dell’agevolazione (nella misura di 500 euro) tutti i cittadini residenti nel territorio nazionale (in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità);
  3. la Carta elettronica può essere utilizzata per cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti, parchi naturali, aree archeologiche, teatro e danza, nonché per l’acquisto di musica registrata, di corsi di musica, di teatro o di lingua straniera;
  4. per ogni singolo acquisto non vi sono limiti di spesa, ma è possibile comprare solo un’unità di ciascun bene;
  5. gli importi dei buoni vengono scalati dal “portafoglio” individuale esclusivamente al momento della validazione da parte dell’esercente (sia fisici che online);
  6. Sogei rende disponibile l’applicazione web “18app”; per poter utilizzare l’applicazione, occorre ottenere l’identità digitale SPID e registrarsi all’indirizzo web “18app.italia.it”;
  7. con il Parere 7 giugno 2018, n. 1546 – depositato lo scorso 15 giugno – il Consiglio di Stato aveva espresso parere negativo all’estensione del bonus cultura ai giovani che compiono 18 anni nel 2018 e nel 2019. I giudici di Palazzo Spada, in particolare, si erano pronunciati sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri contenente modifiche al D.P.C.M. 15 settembre 2016, n. 187, emanato in attuazione dell’art. 1, comma 979, della richiamata Legge n. 208/2015;
  8. il citato D.P.C.M. n. 187/2016 era già stato modificato dal D.P.C.M. 4 agosto 2017, n. 136, emanato in attuazione dell’art. 1, comma 626 , della Legge n. 232/2016;
  9. con il D.L. 25 luglio 2018, n. 91 , convertito con modifiche dalla Legge 21 settembre 2018, n. 108 (decreto “milleproroghe”), al fine di tener conto del menzionato parere del Consiglio di Stato, veniva garantita la copertura legislativa all’estensione per il 2018 del “bonus cultura”.
logo