Partecipazioni qualificate, dalle Entrate chiarimenti sulla disciplina transitoria

Con la Risoluzione 6 giugno 2019, n. 56/E , l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale degli utili derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate ai sensi dell’art. 67, comma 1, lettera c), del Tuir, e percepiti da persone fisiche al di fuori dell’esercizio d’impresa, per effetto delle modifiche apportate all’art. 27, comma 1, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 dall’art. 1, comma 1006 , della Legge 27 dicembre 2017 n. 205 (legge di bilancio 2018).

In particolare, la Manovra 2019 ha esteso ai redditi di capitale derivanti da tali partecipazioni l’aliquota del 26 per cento, nonché la modalità di tassazione prevista per le partecipazioni non qualificate mediante l’applicazione della ritenuta a titolo di imposta o dell’imposta sostitutiva. Relativamente alla decorrenza delle nuove regole, la norma dispone che:

  1. in linea generale, esse si applicano ai redditi di capitale percepiti dal 1° gennaio 2018;
  2. in deroga a tale principio generale, si applichi un regime transitorio al fine di non penalizzare i soci che detengono partecipazioni qualificate in società con riserve di utili formatisi fino al 31 dicembre 2017: si prevede infatti che alle distribuzioni di utili derivanti da partecipazioni qualificate in società ed enti soggetti Ires formatesi con utili prodotti fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2017, deliberati dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022, continua ad applicarsi il D.M. 26 maggio 2017;
  3. per gli utili deliberati dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022 e maturati fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2017, continua ad applicarsi il regime di tassazione preesistente. Al riguardo, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che – ancorché la norma faccia riferimento alle distribuzioni di utili deliberate “dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022” – il regime transitorio si applica agli utili distribuiti anche sulla base di delibere adottate fino al 31 dicembre 2017. In tale contesto, con la Risoluzione in esame sono stati indicati altres gli adempimenti conseguenti.
logo