Per i consumatori finali fattura elettronica consultabile solo dal secondo semestre

Soltanto a partire dal secondo semestre di quest’anno i consumatori finali potranno consultare le fatture elettroniche nella propria area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, previa adesione, come previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 524526 del 21 dicembre 2018 : l’importante precisazione è stata fornita ieri dalla stessa Agenzia nel corso del videoforum organizzato a Roma dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Nell’occasione è stata inoltre confermata l’impossibilità per gli enti del Terzo Settore (come ad esempio le Onlus) di registrare l’indirizzo telematico sul sito delle Entrate. L’accesso al portale Fatture e Corrispettivi è infatti possibile solo per soggetti titolari di Partita Iva, quindi la Onlus senza Partita Iva non potrà registrare l’indirizzo telematico. La Onlus potrà però ricevere le fattura elettronica comunicando una Pec o un codice destinatario.

Conferma definitiva anche per il divieto di fattura elettronica per le prestazioni sanitarie emesse verso un soggetto “privato”, indipendentemente dall’opposizione dello stesso alla trasmissione dei dati al Sistema TS. Per tali tipologie di prestazioni, pertanto, per tutto il 2019 vige il divieto di fattura elettronica.

logo