Regime forfetario, il Fisco apre alle deroghe al vincolo triennale

|

Può accedere già dal periodo d’imposta 2019 al nuovo regime forfetario il commercialista che:

  1. fino al periodo d’imposta 2016 aveva adottato il regime contabile semplificato per gli esercenti arti e professioni;
  2. nel 2017, pur avendo i requisiti per accedere al regime naturale forfetario, aveva manifestato – attraverso la dichiarazione Iva – l’opzione di rinnovo tacito per il regime contabile semplificato.

Nell’ipotesi descritta, quindi, non è necessario il rispetto del vincolo triennale: lo ha confermato l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’istanza di interpello 11 aprile 2019, n. 107 .

In tal caso, infatti, si rende applicabile l’art. 1 del D.P.R. 10 novembre 1997, n. 442, per effetto del quale – in deroga al vincolo triennale disposto dall’art. 3 del medesimo provvedimento nel caso di opzione per regimi di determinazione dell’imposta – è possibile “la variazione dell’opzione e della revoca nel caso di modifica del relativo sistema in conseguenza di nuove disposizioni normative” (al riguardo si rinvia anche alla Circolare dell’Agenzia delle Entrate 4 aprile 2016, n. 10/E, paragrafo 3.1.1).

Si ricorda inoltre che l’art. 1, commi da 9 a 11 , della legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145) ha profondamente modificato le previgenti disposizioni dettate in materia di regime forfetario, contenute nell’art. 1, commi 54 e seguenti, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015).

Con l’ampliamento della soglia di ricavi o proventi a 65mila euro, indifferenziata per attività, e l’eliminazione di talune cause ostative di accesso o permanenza nel regime, la potenziale platea dei contribuenti in regime forfetario si è notevolmente ampliata. Tuttavia, alcuni aspetti di nuova introduzione sono rimasti di dubbia interpretazione.

Con la Circolare 10 aprile 2019, n. 8/E e n. 9/E , l’Agenzia delle Entrate ha fornito gli attesi chiarimenti.

Per quanto riguarda la verifica del rispetto del nuovo limite di ricavi/compensi a 65mila euro (all’anno nel caso di attività iniziata in corso di anno), la richiamata Circolare n. 8/E conferma l’interpretazione già emersa in precedenza: la verifica deve essere effettuata con riferimento ai ricavi e compensi conseguiti nell’anno precedente all’applicazione del regime agevolativo.

Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close