Sospensione delle cartelle e incentivi alle imprese

È atteso la prossima settimana in Consiglio dei Ministri un nuovo decreto-legge che, secondo le anticipazioni di stampa, conterrà l’ulteriore estensione di due mesi della sospensione delle cartelle esattoriali, il cui termine è attualmente fissato al 30 giugno, nuovi incentivi alle imprese con il rifinanziamento della “Nuova Sabatini”, oltre a misure per il lavoro.

Con il nuovo blocco delle cartelle verrebbero spostati a fine settembre anche i termini di ripresa dei versamenti. Le notifiche ripartiranno in modalità scaglionata per tutto il 2022.

Il decreto sarà finanziato con parte delle risorse non utilizzate per i contributi a fondo perduto stanziate con il decreto “Sostegni” (D.L. n. 41/2021 ). La restante parte servirà per gli stanziamenti necessari al decreto “Sostegni bis” (D.L. n. 73/2021 ), attualmente all’esame del Parlamento per la conversione in legge, e in particolare a finanziare l’estensione dei contributi a fondo perduto alle imprese che nel 2019 hanno registrato un volume di ricavi e compensi compreso fra 10 e 15 milioni di euro.

Il provvedimento dovrebbe poi confluire poi sotto forma di emendamento nel decreto “Sostegni-bis” che dovrà essere convertito in legge entro il prossimo 24 luglio.

logo