Spese scolastiche detraibili nel limite di 717 euro per ciascun figlio

Per le scuole materne, elementari, medie e superiori le spese scolastiche sono detraibili – nella misura del 19 per cento – nel limite massimo di 717 euro per ciascun figlio: lo ha ricordato l’Agenzia delle Entrate sul proprio profilo Twitter, rinviando ai chiarimenti contenuti nella Circolare 27 aprile 2018, n. 7/E.

In tale documento viene precisato inoltre quanto segue:

1. la detrazione – prevista dall’art. 15, comma 1, lettera e-bis), del Tuir – dev’essere ripartita tra gli aventi diritto;
2. per “spese di istruzione non universitaria” si intendono quelle sostenute per la frequenza di scuole dell’infanzia del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione.
Per quanto attiene invece alle spese universitarie, la dichiarazione precompilata 2018 contiene:

  1. i dati comunicati dalle Università relativi a contributi, tasse di iscrizione e tasse regionali sostenute con riferimento all’immatricolazione e all’iscrizione a:
    – corsi di istruzione universitaria;
    – corsi universitari di specializzazione;
    – corsi di perfezionamento;
    – master che per durata e struttura dell’insegnamento siano assimilabili a corsi universitari o di specializzazione, purché gestiti da istituti universitari, pubblici o privati;
    – corsi di dottorato di ricerca;
  2. le spese sostenute per:
    – ricongiunzione di carriera;
    – iscrizione all’appello di laurea e rilascio della pergamena;
    – frequenza a corsi singoli, finalizzati o meno all’ammissione a un corso di laurea magistrale;
    – trasferimenti di ateneo;
    – passaggi di corso;
    – test d’ammissione;

3. i dati dei rimborsi di spese universitarie erogati da soggetti diversi dalle università, nonché i dati dei rimborsi delle spese universitarie comunicati dal sostituto di imposta nella CU del contribuente nella sezione “Rimborsi di beni e servizi non soggetti a tassazione – Art. 51 Tuir”.

Con il D.M. 28 dicembre 2017, infine, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha stabilito gli importi delle tasse e dei contributi delle Università non statali da utilizzare ai fini della determinazione delle somme detraibili nel 2017.

logo