All’esame della Camera l’abolizione del modello 770

In questi giorni è all’esame della Commissione Finanze della Camera la proposta di legge C. 1074, contenente alcune misure di semplificazione fiscale.

Tra le principali novità si segnala l’art. 6, che prevede l’adozione di provvedimenti in materia di semplificazione dei modelli dichiarativi, con cadenza annuale.

In particolare, dovranno essere previsti:

  1. l’eliminazione dell’obbligo di riportare dati e informazioni relativi a contratti di locazione non necessari ai fini della liquidazione dell’imposta e già in possesso dell’amministrazione finanziaria;
  2. la soppressione del modello 770 mediante integrazione del modello F24 con l’indicazione del codice fiscale del contribuente che subisce la ritenuta d’acconto. Si ricorda che attualmente sono tenuti a presentare il modello770/2018 i soggetti che nel 2017 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte su:
    • redditi di capitale;
    • compensi per avviamento commerciale;
    • contributi ad enti pubblici e privati;
    • riscatti da contratti di assicurazione sulla vita;
    • premi e vincite;
    • altri proventi finanziari, compresi quelli derivanti da partecipazioni a organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto estero;
    • utili e altri proventi equiparati derivanti da partecipazioni in società di capitali;
    • titoli atipici;
    • redditi diversi.
      Tale dichiarazione:

      1. dev’essere presentata esclusivamente in via telematica:
        1. direttamente dal sostituto d’imposta;
        2. tramite un intermediario abilitato (ex art. 3, comma 3, del D.P.R. n. 322/1998);
        3. tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato);
        4. attraverso società appartenenti al gruppo;
      2. si considera presentata nel giorno in cui si conclude la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. La prova della presentazione è rappresentata dalla comunicazione telematica attestante l’avvenuto ricevimento dei dati;
      3. dev’essere presentata entro il prossimo 31 ottobre.
logo