Dall’OIC una guida sulle modalità di contabilizzazione del Superbonus

L’OIC ha pubblicato ieri in consultazione la bozza di comunicazione sulle modalità di contabilizzazione dei bonus fiscali, con particolare riferimento al Superbonus, previsto e disciplinato dagli articoli 119 e 121 del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77).

In particolare, il documento affronta i seguenti quesiti posti dall’Agenzia delle Entrate:

  1. contabilizzazione nel bilancio della società committente del diritto alla detrazione fiscale;
  2. contabilizzazione nel bilancio della società commissionaria dello “sconto in fattura” concesso alla società committente;
  3. contabilizzazione nel bilancio della società (cedente) che in luogo della fruizione diretta della detrazione fiscale opta per la cessione del corrispondente credito di imposta ad un terzo soggetto;
  4. contabilizzazione nel bilancio della società (cessionario) che acquista il credito d’imposta con facoltà di successiva cessione.

Per quanto riguarda in particolare lo “sconto in fattura”, si precisa che la società commissionaria che ha realizzato l’investimento e ha concesso uno sconto in fattura al cliente (contribuente persona fisica o società committente) contabilmente riclassifica il suo credito maturato verso il cliente a credito tributario per la parte relativa allo sconto in fattura concesso. Infatti, la voce “Crediti tributari” accoglie tutti i crediti di natura tributaria e non solo quelli derivanti dalle imposte sui redditi.

Trattandosi di un credito acquistato e non generato la sua iscrizione avviene al costo sostenuto, che in questo caso è pari all’ammontare dello sconto in fattura.

Qualora un tasso di attualizzazione fosse desumibile dal mercato, in quanto si è formato un mercato attivo di tali crediti, e questo risulti significativamente diverso da quello contrattuale, l’iscrizione avviene al valore attuale delle compensazioni future, determinato applicando tale tasso di mercato.

Eventuali commenti potranno essere inviati, entro il 10 febbraio 2021, all’indirizzo  staffoic@fondazioneoic.it

logo