Eco-bonus, avviata la fase di prenotazione per i veicoli M1

Scadrà il prossimo 20 novembre la fase di prenotazione dell’eco-bonus per i veicoli M1, avviata lo scorso 8 luglio: lo ha reso noto il Ministero dello Sviluppo economico attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito.

La nuova disponibilità del Fondo (somme residue relative all’anno 2019, pari a 39.870.000 euro) sarà operativa per le prenotazioni sulla piattaforma Ecobonus.

Al riguardo si ricorda che:

  1. sono di categoria M1 i veicoli destinati al trasporto di persone, aventi almeno quattro ruote e al massimo otto posti a sedere, oltre al sedile del conducente (art. 47, comma 2, lettera b), D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 – Codice della strada);
  2. l’art. 1, commi da 1057 a 1064 , della legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145) – attuato con il D.M. 20 marzo 2019 – ha introdotto incentivi economici per la rottamazione di veicoli di potenza inferiore o uguale a 11kW (categorie L1e e L3e) e il contestuale acquisto in Italia di veicoli elettrici o ibridi nuovi di fabbrica. In particolare, la norma riconosce a chi nel 2019 acquista in Italia, anche in leasing, un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica, di potenza inferiore o uguale a 11kW, delle categorie L1e e L3e e che consegnino per la rottamazione un veicolo delle medesime categorie di cui siano proprietari o utilizzatori (in caso di leasing, da almeno 12 mesi) un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 3mila euro qualora il veicolo consegnato per la rottamazione appartenga alle categorie euro 0, 1, 2; 3.
  3. sono ammessi al contributo:
    a. i veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica acquistati (anche in leasing) ed immatricolati in Italia, dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, con prezzo – risultante dal listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice – inferiore a 50mila euro, Iva esclusa (per accedere al contributo, il veicolo deve produrre emissioni di CO2 allo scarico non superiori a 70 g/km);
    b. i veicoli a due ruote elettrici o ibridi nuovi di fabbrica, di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1e e L3e, acquistati (anche in leasing) ed immatricolati in Italia nel 2019;
  4. l’entità del contributo varia in funzione della quantità di emissioni prodotte e a seconda della tipologia di acquisto (con o senza rottamazione).
logo