Entrate tributarie in aumento nel 2018, andamento confermato anche a gennaio 2019

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze illustra – con due Comunicati Stampa pubblicati ieri – i dati delle entrate tributarie registrate nell’anno 2018, accertate in base al criterio della competenza giuridica, confermando un aumento del gettito di 463,2 milioni di euro (+1,7%), e a gennaio 2019, con un aumento pari a 36,5 milioni di euro (+2,7%).

I dati dell’economia reale e dei conti pubblici – rileva il Mef – segnalano un miglioramento delle finanze pubbliche segnando, tuttavia, un rallentamento rispetto al 2017. I dati diffusi dall’Istat hanno certificato che nel 2018 la crescita del Prodotto interno lordo è stata pari allo 0,9%, i consumi finali sono aumentati dello 0,5% e gli investimenti fissi lordi del 3,4%. Il rapporto tra deficit e PIL è sceso a -2,1% rispetto al -2,4% del 2017.

Nel 2018 l’andamento delle entrate tributarie è stata influenzata anche dagli effetti di alcuni provvedimenti normativi che hanno riguardato la riduzione, a decorrere dal 2017, dell’aliquota legale Ires dal 27,5% al 24% – disposta con la legge n. 208/2015 (legge di Stabilità 2016), l’applicazione all’imposta sul reddito delle società della maggiorazione della deduzione per gli investimenti in beni strumentali nuovi e beni strumentali ad alto contenuto tecnologico (c.d. superammortamento e iperammortamento), prevista nella legge n. 232/2016 (legge di Bilancio 2017). La legge n. 205/2017 (legge di Bilancio 2018), infine, ha incrementato dal 40% al 58% l’acconto relativo all’imposta sulle assicurazioni.

logo