Immobili adibiti ai servizi portuali: emanato il decreto sui ristori ai Comuni

|

È stato emanato il decreto ministeriale 22 dicembre 2020, concernente l’erogazione dei contributi previsti per il ristoro ai Comuni della perdita di gettito a seguito della riclassificazione degli immobili adibiti alle operazioni e ai servizi portuali. Il provvedimento attua l’art. 1, commi 578 e seguenti, della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di Bilancio 2018).

Il richiamato comma 578, in particolare, dispone che, a decorrere dal 1° gennaio 2020, le banchine e le aree scoperte dei porti di rilevanza economica nazionale ed internazionale di competenza delle Autorità portuali, adibite alle operazioni e ai servizi portuali, le connesse infrastrutture stradali e ferroviarie, nonché i depositi ivi ubicati strettamente funzionali alle suddette operazioni e servizi portuali, costituiscono immobili a destinazione particolare, da censire in catasto nella categoria E/1 (“Stazioni per servizi di trasporto terrestri, marittimi ed aerei), anche qualora siano stati affidati in concessione a privati. Sono censite nella categoria E/1 anche le banchine e le aree scoperte dei medesimi porti adibite al servizio passeggeri, compresi i crocieristi.

Ai sensi del successivo comma 579, a decorrere dal 1° gennaio 2019 gli intestatari degli immobili di cui sopra, o i loro concessionari, possono presentare atti di aggiornamento per la revisione del classamento degli immobili stessi, censiti in categorie catastali diverse dalla E/1.

Il comma 581 precisa che tra le unità immobiliari censite nella categoria catastale E/1 non possono essere compresi immobili o porzioni di immobili destinati ad uso commerciale, industriale, ad ufficio privato oppure ad usi diversi, qualora gli stessi presentino autonomia funzionale e reddituale.

Il comma 580 della medesima norma, infine, stabilisce i criteri e le modalità di accertamento delle dichiarazioni relative alle cosiddette “nuove costruzioni”, ex art. 28 del Regio Decreto-legge n. 652/1939, presentate in Catasto nel corso del 2019 e relative agli immobili indicati dal precedente comma 578. Per tali dichiarazioni la revisione del classamento degli immobili dichiarati, con attribuzione agli stessi della categoria catastale E/1, doveva essere effettuata d’ufficio entro il 31 marzo 2020.

Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta
    Lavora con noi - Work with us
    Close