In arrivo semplificazioni per le associazioni sportive dilettantistiche

Il soggetto che percepisce da un’associazione sportiva dilettantistica indennità, rimborsi forfetari, premi e compensi di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del Tuir, potrà presentare al medesimo ente erogante un’unica dichiarazione al momento del primo pagamento: lo prevede una norma del disegno di legge sulle semplificazioni fiscali, approvato la scorsa settimana in Commissione Finanze della Camera ed ora all’esame dell’Aula di Montecitorio.

La norma precisa inoltre quanto segue:

  1. attraverso tale dichiarazione – che rimane valida per l’intero anno d’imposta – si attesta il rispetto della franchigia prevista dall’art. 69, comma 2 , del medesimo Testo Unico;
  2. qualora nel corso dell’anno d’imposta intervenga il superamento della franchigia, il soggetto che ha presentato la dichiarazione deve comunicarlo tempestivamente all’associazione sportiva. In difetto si applicherà una sanzione amministrativa pari a cinque volte l’importo eccedente, con un minimo di 200 euro;
  3. alla predetta sanzione non si applicano le norme in materia di ravvedimento, definizione agevolata, concorso di violazioni e continuazione.
logo