Indetraibilità della spesa relativa alla perizia medico-legale

Non spetta la detrazione Irpef per le spese sanitarie relative alla redazione di una perizia medico-legale, qualora la fattura sia stata intestata al Tribunale, a nulla rilevando che il relativo onere sia stato sostenuto dal contribuente: lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la Risposta all’istanza di interpello 24 settembre 2021, n. 625 .

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera c), del Tuir sono detraibili nella misura del 19 per cento le spese sanitarie per la parte che eccede 129,11 euro;
  2. tali spese sono costituite esclusivamente dalle spese mediche e di assistenza specifica, diverse da quelle di cui all’art. 10, comma 1 , lettera b), e dalle spese chirurgiche, per prestazioni specialistiche e per protesi dentarie e sanitarie in genere;
  3. ai fini della individuazione delle spese sanitarie si deve fare riferimento ai provvedimenti del Ministero della Salute che individuano le specialità farmaceutiche, le protesi e le prestazioni specialistiche (Circolare 25 giugno 2021, n. 7/E);
  4. tra le spese specialistiche rientrano quelle sostenute per la redazione di una perizia medico-legale, nonché le eventuali spese mediche ad essa finalizzate, quali le spese sostenute per visite mediche, analisi, indagini radioscopiche, ecc.;
  5. l’onere può considerarsi sostenuto dal contribuente al quale è intestato il documento di spesa, non rilevando a tal fine l’esecutore materiale del pagamento.

Risposta_625_24.09.2021

logo