“Milleproroghe”, spunta una stretta sugli affitti brevi

|

Un emendamento al decreto “milleproroghe” (D.L. 30 dicembre 2019, n. 162) – in questi giorni all’esame della Commissione Finanze della Camera – prevede la possibilità dei Comuni di consentire l’affitto turistico solo previo rilascio di un’apposita licenza.

Tra le principali misure contenute nel provvedimento si segnalano le seguenti:

  1. il differimento dal 1° marzo 2020 al 30 giugno 2020 del termine entro il quale il Ministro della Giustizia dovrà stabilire:
    a. le modalità di iscrizione all’albo dei soggetti incaricati della gestione e del controllo nelle procedure, di cui all’art. 356 del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14). Si tratta dei curatori, commissari giudiziali e liquidatori;
    b. le modalità di sospensione e cancellazione dal medesimo albo;
    c. le modalità di esercizio del potere di vigilanza da parte del Ministero della giustizia;
    d. l’importo del contributo che dev’essere versato per l’iscrizione e per il suo mantenimento. In tal senso è stato modificato l’art. 357, comma 1 , del richiamato D.Lgs. n. 14/2019);
  2. l’estensione al 2020 del bonus verde, cioè la detrazione Irpef – nella misura del 36 per cento – delle spese finalizzate:
    a. alla “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
    b. alla realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Al riguardo si precisa quanto segue:
    – per poter essere detratte, le spese devono essere documentate;
    – sono ammesse le spese di cui sopra fino a un ammontare complessivo non superiore a 5mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo, sostenute ed effettivamente rimaste a carico del contribuente;
    – possono usufruire dell’incentivo in esame i contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi;
  3. l’estensione al 2020 dell’applicabilità dell’art. 1, comma 1057 , della Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge di Bilancio 2019), che riconosce un contributo per l’acquisto e l’immatricolazione in Italia di veicoli elettrici o ibridi nuovi di fabbrica delle categorie L1 e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e (motorini e scooter).
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close