Prevista per domani, 4 giugno, la protesta online dei professionisti

Sono stati convocati per domani, 4 giugno, gli Stati Generali delle Professioni italiane: l’iniziativa sarà l’occasione per una manifestazione online di protesta contro alcune misure recentemente varate dal Governo quali l’esclusione dai contributi a fondo perduto e l’impossibilità di ottenere il bonus da 600 a 1.000 euro ad aprile e maggio per coloro che lo hanno ottenuto a marzo.

La manifestazione, che sarà trasmessa on line su tutti i social network, vuole ribadire al Governo il malessere di una essenziale componente produttiva del Paese – la cui attività è stata in quanto tale esclusa dall’elenco delle chiusure imposte per legge durante il periodo di lockdown – e quindi far correggere il decreto durante il passaggio parlamentare della conversione in legge.

Domani, dalle 10.30 alle 12.30, in diretta sul canale Youtube e sul sito professionitaliane.it, i presidenti degli ordini che hanno sottoscritto l’iniziativa, insieme ai principali leader di partito e a giornalisti economici, presenteranno il Manifesto delle Professioni per la ripartenza: un documento “per ricordare al Paese e, soprattutto, al Governo il ruolo sussidiario che già oggi esercitano i professionisti ordinistici e che ancora di più intendono valorizzare in un momento di incertezza come la c.d. Fase 2, dove molte attività non riescono ancora ad aprire per difficoltà di rispettare i protocolli della sicurezza sul lavoro, oppure perché non riescono ad ottenere dalla Banche i prestiti garantiti dallo Stato necessari per riavviare la produttività”.

logo