Veicoli, all’esame della Camera nuove misure contro l’evasione dell’obbligo assicurativo

Si è svolta ieri pomeriggio presso la Commissione Finanze della Camera l’audizione informale in videoconferenza dei rappresentanti del Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti (CNCU), nell’ambito dell’esame della proposta di legge C. 2104, in materia di trasparenza nel settore dell’assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore e per il contrasto dell’evasione dell’obbligo assicurativo.

Il provvedimento prevede tra l’altro:

  1. l’istituzione di una sorta di pagella della compagnia assicuratrice in termini di soddisfazione del consumatore: “in tal modo – si legge nella relazione di accompagnamento alla proposta – “si vuole rendere più trasparente ed equo il settore dell’RCA, tramite la creazione di un questionario di valutazione delle compagnie assicurative”. E’ previsto che l’assicurato, con cadenza annuale e in concomitanza con il rinnovo della polizza, esprima il proprio giudizio sulla consulenza e sull’assistenza ricevute dalla compagnia assicuratrice sia in sede di stipula del contratto, sia di liquidazione dell’eventuale danno subìto;
  2. la definizione, da parte del Mise, della garanzia di base, al fine di determinare una base contrattuale unica per tutte le compagnie assicurative;
  3. al fine di contrastare l’evasione dell’obbligo assicurativo, l’istituzione, a decorrere dal 2020, di un’apposita struttura del Ministero dell’interno che effettui il controllo dei dati provenienti dall’ANIA mettendoli a confronto con quelli presenti nel pubblico registro automobilistico. L’elenco dei veicoli sprovvisti di assicurazione sarà poi inviato ai Comuni.
logo