Web tax: prorogati i termini di versamento e di presentazione della dichiarazione

|

“È in corso di redazione il provvedimento che modificherà i termini per il versamento dell’imposta sui servizi digitali”: lo ha reso noto ieri il Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso un comunicato stampa apparso sul proprio sito. In particolare, si dispone la proroga:

  1. dal 16 marzo al 16 maggio dell’anno solare successivo a quello in cui si verifica il presupposto d’imposta, del termine di versamento dell’imposta;
  2. dal 30 aprile al 30 giugno dell’anno solare successivo a quello in cui si verifica il presupposto d’imposta, del termine di presentazione della dichiarazione.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. l’imposta si applica alla fornitura dei servizi digitali. Sono peraltro esclusi i seguenti servizi:
    1. la fornitura diretta di beni e servizi, nell’ambito di un servizio di intermediazione digitale;
    2. la fornitura di beni o servizi ordinati attraverso il sito web del fornitore di quei beni e servizi, quando il fornitore non svolge funzioni di intermediario;
    3. la messa a disposizione di un’interfaccia digitale il cui scopo esclusivo o principale, in termini di ricavi realizzati, è quello della fornitura agli utenti dell’interfaccia, da parte del soggetto che gestisce l’interfaccia stessa, di contenuti digitali, servizi di comunicazione o servizi di pagamento;
    4. la messa a disposizione di un’interfaccia digitale utilizzata per gestire, ad esempio, sistemi dei regolamenti interbancari ai sensi del D.Lgs. 1° settembre 1993, n. 385, piattaforme di negoziazione o sistemi di negoziazione di internalizzatori sistematici di cui all’art. 1, comma 5-octies, lettera c), del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, attività di consultazione di investimenti partecipativi, sedi di negoziazione all’ingrosso ed altri sistemi di collegamento la cui attività è soggetta ad autorizzazione;
    5. la cessione di dati da parte dei soggetti che forniscono i servizi di cui sopra;
    6. lo svolgimento di attività di organizzazione e gestione di piattaforme telematiche per lo scambio dell’energia elettrica, del gas, dei certificati ambientali e dei carburanti, nonché la trasmissione dei relativi dati ivi raccolti e ogni altra attività connessa;
    7. in generale, i servizi accessori alle attività escluse di cui sopra;
  2. i soggetti passivi dell’imposta provvedono mediante il proprio codice fiscale rilasciato dall’amministrazione finanziaria italiana, mentre i soggetti passivi non residenti che non siano in possesso del codice fiscale devono richiederne l’attribuzione all’Agenzia delle Entrate utilizzando i modelli già in uso per le persone fisiche e per i soggetti diversi dalle persone fisiche. Tuttavia, se i soggetti passivi sono stabiliti in uno Stato non collaborativo e non hanno una stabile organizzazione in Italia, sono tenuti a nominare un rappresentante fiscale tra i soggetti di cui all’art. 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600;
  3. Il modello è stato approvato con il Provvedimento direttoriale 25 gennaio 2021, n. 22879/2021;
  4. l’imposta dev’essere versata con le modalità di cui all’art. 17 del D.Lgs. 9 luglio 1997, n. 241.
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close