Applicabili anche alle fatture elettroniche veicolate attraverso lo SdI i termini di documentazione dell’operazione

Ai sensi dell’art. 21 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, l’operazione dev’essere documentata contestualmente oppure nei 12 giorni successivi, indicando in fattura la data di effettuazione dell’operazione, o – in caso di fattura riepilogativa differita – entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. In merito alla portata di tale disposizione, con la Risposta all’istanza di interpello 24 gennaio 2020, n. 12, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tale facoltà riguarda tutte le fatture, comprese quelle elettroniche veicolate tramite sistema di interscambio (SdI), come chiarito dalla Circolare 17 giugno 2019, n. 14/E.

Si ricorda che, per le fatture emesse dal 1° luglio 2019, l’art. 21 del decreto Iva (risultante dalle modifiche apportate dall’art. 11, comma 1, lettere a) e b), del D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, convertito con modifiche dalla Legge 17 dicembre 2018, n. 136, e dall’art. 12-ter, comma 1, del D.L. 30 aprile 2019, n. 34), prevede quanto segue:

  1. la fattura deve contenere l’indicazione della “data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi ovvero della data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, sempreché tale data sia diversa dalla data di emissione della fattura” (comma 2, lettera g-bis);
  2. la possibilità di emettere la fattura entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione (comma 4, primo periodo), fermo restando che
  3. per le cessioni di beni la cui consegna o spedizione risulta da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione ed avente le caratteristiche determinate con D.P.R. 14 agosto 1996, n. 472, nonché per le prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione, effettuate nello stesso mese solare nei confronti del medesimo soggetto, può essere emessa una sola fattura, recante il dettaglio delle operazioni, entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle medesime”.
logo