Approvato dal Governo il Ddl di Bilancio 2021: “Nuova Sabatini” con erogazione in un’unica soluzione per tutte le pratiche

Al termine della seduta di ieri, 16 novembre 2020 , il Consiglio dei Ministri, facendo seguito alla deliberazione dello scorso 18 ottobre, ha definitivamente approvato il disegno di legge recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023”, atteso entro domani in Parlamento.

Tra le misure introdotte per il rilancio delle imprese, il disegno di legge di Bilancio 2021 prevede una norma finalizzata a modificare l’attuale meccanismo di funzionamento della cd. “Nuova Sabatini”, che prevede la ripartizione delle agevolazioni su sei annualità (10% il primo anno, 20% dal secondo al quinto anno e 10% il sesto anno), estendendo a tutte le iniziative l’erogazione in un’unica soluzione ad oggi prevista per le sole domande con finanziamento di importo non superiore a 200mila euro, per effetto dell’entrata in vigore dell’art. 39, comma 1, del decreto “Semplificazioni” (D.L. 16 luglio 2020, n. 76, convertito con modifiche dalla Legge 11 settembre 2020, n. 120).

Come si legge nella relazione di accompagnamento al disegno di legge, tale misura “costituisce un importante intervento semplificativo, con evidenti vantaggi”: sia in termini di efficienza, efficacia, economicità e rapidità nella gestione dello strumento, sia per le imprese beneficiarie che potranno introitare l’intero contributo riconosciuto subito dopo l’avvenuta realizzazione dell’investimento, senza dover attendere, per l’incasso della totalità del contributo, il lungo arco temporale di 6 anni.

logo