Bonus asili nido, modalità di presentazione della domanda per il 2020. Entro il 1° aprile l’invio della documentazione di spesa per le domande 2019

L’INPS – con Circolare del 14 febbraio 2020, n. 27 – ha illustrato le novità introdotte dall’art. 1, comma 343 , legge n. 160/2019, relativamente ai benefici previsti dall’art. 1, comma 355, legge n. 232/2016, nonché le modalità di presentazione delle relative domande di accesso per l’anno 2020.

La domanda per il contributo può essere presentata dal genitore del minore nato o adottato per uno dei seguenti eventi:

  1. pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati (cd. “Contributo asilo nido”);
  2. utilizzo di forme di supporto presso la propria abitazione a favore di bambini, al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche (cd.  “Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione”).

La domanda deve essere presentata, corredata con la specifica documentazione, esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali (secondo la tempistica che sarà comunicata con un successivo Messaggio):

  • WEB – tramite il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale – chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Nella domanda il richiedente dovrà indicare a quale dei seguenti due benefici intende accedere:

  • contributo asilo nido;
  • contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione.

Il richiedente che intende fruire del beneficio per più figli deve presentare una domanda per ciascuno di essi.

Con il Messaggio n. 596 del 17 febbraio 2020, n. 596, l’istituto previdenziale ha ricordato inoltre che il termine ultimo per l’allegazione della documentazione di spesa relativa alle domande di bonus nido 2019 è fissato al 1° aprile 2020. Tale scadenza si ritiene estesa altresì alle strutture private autorizzate.

Per ottenere il rimborso delle mensilità richieste nella domanda gli interessati dovranno provvedere all’invio telematico della documentazione probatoria.

L’invio dovrà essere effettuato esclusivamente attraverso i seguenti canali:

  • funzione “Allegati” del servizio on line di presentazione della domanda, accessibile direttamente dai cittadini in possesso di PIN Inps (o SPID o Carta Nazionale dei Servizi);
  • applicazione INPS mobile, attraverso il servizio “Bonus nido allegazione”.

La presentazione della documentazione di spesa tramite canali diversi non consentirà l’erogazione del beneficio.

logo