Bonus pubblicità, ok alla domanda senza allegati

Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla procedura delineata per poter accedere al “bonus pubblicità”, cioè il credito d’imposta riconosciuto dall’art. 57-bis, comma 1, del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modifiche dalla legge 21 giugno 2017, n. 96 per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online.

In particolare, è stato precisato quanto segue:

  1. alla comunicazione telematica – così come alle dichiarazioni sostitutive contenute nel modello – non dev’essere allegato alcun documento;
  2. il soggetto richiedente è tenuto a conservare, per i controlli successivi, e ad esibire su richiesta dell’Amministrazione tutta la documentazione a sostegno della domanda (ad esempio le fatture e l’attestazione relativa all’effettuazione delle spese sostenute);
  3. l’intermediario che sia stato incaricato di trasmettere la comunicazione telematica, deve conservare:
    a. una copia della comunicazione per l’accesso;
    b. una copia delle dichiarazioni sostitutive previste nel modello, compilate e sottoscritte dal richiedente;
    c. una copia di un documento di identità del soggetto richiedente;
  4. la procedura corretta è la seguente:
    a. il soggetto richiedente consegna il modello di comunicazione telematica compilato e da lui sottoscritto, con copia di un documento di identità, all’intermediario, che dovrà conservarli;
    b. l’intermediario restituisce al cliente una copia del modello con la sezione “impegno alla presentazione telematica” compilata e da lui sottoscritta (con firma autografa oppure con firma elettronica, ai sensi del Codice dell’Amministrazione Digitale;
    c. l’intermediario presenta la comunicazione telematica tramite i servizi disponibili nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate (Entratel); la prova della presentazione è data dall’attestazione rilasciata dai servizi telematici);
    d. l’intermediario consegna al richiedente una copia della comunicazione/dichiarazione sostitutiva presentata e dell’attestazione che prova l’avvenuta presentazione. Alla comunicazione telematica non va comunque allegato il documento di identità.

Si ricorda che la comunicazione telematica dovrà essere trasmessa entro il prossimo 22 ottobre.

logo