Contributi a fondo perduto: i criteri di calcolo in caso di trasformazione societaria

L’art. 25 del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77) ha riconosciuto un contributo a fondo perduto ai soggetti esercenti attività d’impresa, a condizione:

  1. che si tratti di “soggetti con ricavi di cui all’art. 85, comma 1, lettere a) e b)” del Tuir, “non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto” ossia, per i soggetti aventi il periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, nel 2019 (comma 3);
  2. che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, facendo riferimento, a tal fine, “alla data di effettuazione dell’operazione di cessione di beni o di prestazione dei servizi” (comma 4).

Ora, con la Risposta all’istanza di interpello 11 gennaio 2021, n. 29, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla situazione che si prospetta a seguito di una trasformazione intervenuta nel corso del 2020. In particolare, nel caso descritto:

  1. il soggetto che può fruire del beneficio è quello venuto ad esistenza a seguito di tale operazione straordinaria;
  2. ai fini della determinazione della soglia di accesso al contributo (ex art. 25, comma 2, del decreto “Rilancio”), rileva l’ammontare dei ricavi riferibili all’azienda preesistente;
  3. per il calcolo della riduzione del fatturato (ex art. 25, comma 3), devono essere confrontati i dati riferiti ai due periodi di riferimento (aprile 2020 – aprile 2019), considerando il fatturato relativo all’azienda trasferita.

Con la Risposta 15 dicembre 2020, n. 589, l’Agenzia aveva invece chiarito che, in presenza di un’operazione di conferimento:

  1. ai fini della determinazione della soglia di accesso al contributo, rileva l’ammontare dei ricavi riferibili all’azienda conferita;
  2. per il calcolo della riduzione del fatturato occorre confrontare i dati riferibili ai due periodi di riferimento (aprile 2020 – aprile 2019), considerando il fatturato relativo all’azienda conferita.
logo