Credito d’imposta affitti, in arrivo l’estensione alle imprese con ricavi superiori a 5 milioni di euro

Le imprese che svolgono attività di commercio al dettaglio con ricavi superiori a 5 milioni di euro, escluse dall’agevolazione prevista dall’art. 28 del D.L. n. 34/2020 (decreto “Rilancio”), potranno beneficiare di un credito d’imposta, nella misura ridotta del 20% sulle locazioni e del 10% sull’affitto d’azienda, per i mesi di sospensione dell’attività disposta a seguito dell’emergenza Covid-19. L’estensione del beneficio rientra tra le ultime novità approvate dalla Commissione bilancio della Camera al decreto Rilancio.

Inoltre, anche le attività produttive avviate nel 2019 potranno essere ammesse al credito d’imposta sugli affitti senza il vincolo relativo alla riduzione di fatturato o corrispettivi di almeno il 50% nei mesi di marzo, aprile e maggio del 2020 rispetto agli stessi periodi del 2019, che le ha di fatto escluse finora dall’agevolazione.

logo