Decreto Ristori: benefici per le attività non sospese

Con Risposta ad Interpello 19 aprile 2021, n. 262, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fruibilità delle agevolazioni previste dal c.d. “Decreto Ristori”, ossia:

  • contributo a fondo perduto;
  • sospensione dei versamenti.

Nel caso di specie, l’istante svolgeva la propria attività commerciale all’interno di una palestra, senza possibilità di un accesso indipendente. Per questo motivo, il contribuente non ha potuto proseguire con l’esercizio dell’attività, a causa della particolare ubicazione del proprio negozio.

Secondo l’Agenzia, tale soggetto:

  • non può fruire del contributo a fondo perduto, in quanto l’attività di cui al codice ATECO di appartenenza dell’istante non è stata oggetto di specifica sospensione, diversamente da quanto avvenuto per quella di gestione di palestre;
  • può fruire della sospensione dei termini dei versamenti in scadenza, in presenza di riduzione del fatturato/corrispettivi di almeno il 33% nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Risposta_262_19.04.2021

logo