Decreto “ristori”, i dubbi dei commercialisti sulle tempistiche

In merito alle tempistiche relative all’erogazione dei ristori annunciati a beneficio degli operatori economici che subiranno danni per effetto dell’ultimo D.P.C.M., le sigle dei commercialisti ANC, SIC, UNAGRACO e UNICO hanno espresso perplessità: infatti – si legge in un comunicato stampa congiunto diffuso ieri – “nonostante le rassicurazioni del Presidente del Consiglio e degli altri esponenti del Governo sulla celerità delle procedure, purtroppo l’esperienza dei mesi scorsi ci ha insegnato che, al di là degli annunci e delle buone intenzioni, per le Istituzioni il concetto di immediatezza può essere molto relativo”.

“Ancora oggi – hanno affermato le associazioni citate – molte imprese non hanno avuto accesso ai contributi a fondo perduto e sono tanti i lavoratori che da mesi non ricevono la cassa integrazione”.

logo