Detraibili anche le spese sostenute per la ginnastica correttiva e di riabilitazione degli arti

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida aggiornata sulle agevolazioni fiscali previste per le spese sanitarie: dalle analisi alle visite specialistiche, dall’assistenza infermieristica ai farmaci.

Per quanto riguarda in particolare le prestazioni mediche specialistiche – cioè quelle rese da un medico specializzato in una particolare branca della medicina –, si ricorda quanto segue:

  1. affinché la spesa possa considerarsi detraibile, la natura “sanitaria” della prestazione deve risultare dalla descrizione indicata nella fattura;
  2. se questa non risulta, occorre chiedere l’integrazione della fattura al medico che l’ha emessa;
  3. sono detraibili, senza necessità di prescrizione medica, le prestazioni rese da:
    – psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche;
    – biologi nutrizionisti la cui professione, pur non essendo sanitaria, è inserita nel ruolo sanitario del Servizio sanitario nazionale;
    – ambulatori specialistici per la disassuefazione dal fumo di tabacco;
  4. tra le spese specialistiche detraibili rientrano ad esempio le seguenti terapie ed esami:
    – esami di laboratorio e controlli ordinari sulla salute della persona, ricerche e applicazioni;
    – elettrocardiogrammi, ecocardiografia, elettroencefalogrammi;
    – T.A.C. (tomografia assiale computerizzata);
    – risonanza magnetica nucleare;
    – ecografie;
    – indagini laser;
    – ginnastica correttiva e di riabilitazione degli arti e del corpo;
    – sedute di neuropsichiatria;
    – dialisi;
    – cobaltoterapia;
    – iodio-terapia;
    – anestesia epidurale, inseminazione artificiale, amniocentesi, villocentesi, altre analisi di diagnosi prenatale;
  5. l’Agenzia ha tuttavia precisato che tali spese sono detraibili se gli esami e le terapie sono state eseguite in centri autorizzati e sotto la responsabilità tecnica di uno specialista;
  6. appartengono alla categoria delle spese specialistiche anche quelle sostenute per la redazione di una perizia medico-legale e le eventuali spese mediche a essa finalizzate (ad esempio, le spese sostenute per visite mediche, analisi, indagini radioscopiche, eccetera).
logo