Detrazioni Irpef per gli investimenti in start-up innovative e Pmi innovative: in Gazzetta il decreto

L’art. 29-bis del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modifiche dalla Legge 17 dicembre 2012, n. 221 – introdotto dall’art. 38, comma 7 , del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77) – prevede una detrazione Irpef per i soggetti che investono direttamente o indirettamente nel capitale sociale di una o più start-up innovative.

L’art. 4, comma 9-ter , del D.L. 24 gennaio 2015, n. 3, convertito con modifiche dalla Legge 24 marzo 2015, n. 33 – introdotto dall’art. 38, comma 8 , del medesimo decreto “Rilancio” – prevede una detrazione Irpef per i soggetti che investono direttamente o indirettamente nel capitale sociale di una o più Pmi innovative.

Al riguardo, è stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il decreto con il quale il Ministero dell’Economia e delle Finanze attua entrambe le citate disposizioni del D.L. n. 34/2020 .

A tal fine

  1. per “start-up innovativa” si intende la società di cui all’art. 25, comma 2 , del D.L. n. 179/2012, anche non residente in Italia purchè in possesso dei medesimi requisiti, se compatibili, a condizione che la stessa sia residente in uno Stato membro dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo e abbia una sede produttiva o una filiale in Italia;
  2. per “PMI innovativa” si intende la società che rientra nella definizione di cui all’art. 4, comma 1, del D.L. 24 gennaio 2015, n. 3, anche non residente in Italia, purchè in possesso dei medesimi requisiti, se compatibili, a condizione che la stessa sia residente in uno Stato membro dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo e abbia una sede produttiva o una filiale in Italia.

Il decreto in esame dispone tra l’altro che, prima che il soggetto investitore effettui l’investimento, l’impresa beneficiaria debba presentare un’apposita istanza tramite un’apposita piattaforma informatica. La realizzazione della piattaforma informatica “Incentivi fiscali in regime ‘de minimis’ per investimenti in start-up e PMI innovative” è stata demandata al Ministero dello Sviluppo economico.

logo