Diritti doganali, precisazioni sull’applicazione del tasso di interesse sul pagamento differito

Il D.M. 30 agosto 2019 aveva confermato nella misura dello 0,213 per cento annuo il saggio di interesse da applicare ai pagamenti differiti dei diritti doganali, effettuati oltre i 30 giorni, per il periodo dal 13 luglio 2019 al 12 gennaio 2020.

In merito a tale provvedimento, ora l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli precisa che – come già anticipato nella Nota 5 aprile 2016, n. 39641/RU e nella Circolare 19 aprile 2016, n. 8/D – il citato tasso di interesse si applica esclusivamente alle facilitazioni di pagamento inerenti la fiscalità interna e, maggiorato di quattro punti, ai soli ritardati pagamenti della stessa fiscalità interna.

logo