Ecobonus e sismabonus condominiali: consultabili online i crediti ceduti

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella “Piattaforma cessione crediti”, da ieri sono disponibili i bonus corrispondenti alle detrazioni fiscali per gli interventi effettuati nel 2018 su parti comuni degli edifici, al fine di migliorarne l’efficienza energetica (ecobonus) e per ridurne il rischio sismico (sismabonus), e ceduti a soggetti terzi dagli stessi condomini beneficiari delle detrazioni.

La novità è stata resa nota dalla stessa Agenzia delle Entrate attraverso un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito. Nel documento si sottolinea inoltre che:

  1. i singoli cessionari potranno accedere all’apposita “Piattaforma cessione crediti”, per visualizzare e, accettare o rifiutare, le cessioni dei crediti comunicate all’Agenzia dagli amministratori di condominio;
  2. per attivare questa funzionalità, sono obbligatori i seguenti adempimenti:
    – autenticazione sul sito dell’Agenzia;
    – accesso alla piattaforma.

I crediti accettati saranno visibili nel “cassetto fiscale” dei cessionari e potranno essere utilizzati in compensazione tramite modello F24, indicando i codici tributo 6890 (ecobonus) e 6891 (sismabonus), come indicato nella risoluzione 25 luglio 2018 , n. 58/E. I cessionari potranno inoltre comunicare le eventuali ulteriori cessioni dei crediti ad altri soggetti.

Il comunicato ricorda inoltre che sul sito dell’Agenzia sono disponibili due guide fiscali relative all’ecobonus e al sismabonus, oltre ad un manuale con le istruzioni per l’utilizzo della nuova piattaforma.

Per quanto riguarda l’ecobonus, si ricorda che l’art. 14, commi 2-ter 2-sexies, del D.L. 4 giugno 2013, n. 63, convertito con modifiche dalla Legge 3 agosto 2013, n. 90, come da ultimo modificato dall’art. 1, comma 3, lettera a), n. 5) e n. 9), della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018), ha esteso la possibilità di cedere il credito corrispondente a tutte le detrazioni disciplinate dall’art. 14 del medesimo D.L. n. 63/2013, compresa quella spettante per le spese sostenute per interventi effettuati sulle singole unità immobiliari.

In attuazione di tale norma è intervenuto il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 18 aprile 2019, n. 100372/2019  che ha contestualmente approvato il modello per la comunicazione della cessione del credito. Quest’ultimo, in particolare, ha:

  1. stabilito le modalità di cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2019, per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati su singole unità immobiliari;
  2. disciplinato la cessione del credito relativo alla detrazione spettante per le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2021 per gli interventi di riqualificazione energetica realizzati sulle parti comuni di edifici, diversi da quelli di cui all’art. 14, comma 2-quater, del D.L. n. 63/2013 nonché per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, limitatamente alle zone sismiche 1, 2 e 3.
logo