Entro martedì anche la quarta rata della prima edizione della “rottamazione”

Entro martedì prossimo, 31 luglio, dovrà essere versata anche la quarta rata del piano di definizione agevolata delle cartelle prevista dal D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modifiche dalla Legge 1 dicembre 2016, n. 225: si tratta quindi della prima edizione della “rottamazione”, la cui scadenza originaria era prevista per il 30 aprile 2018.

Si ricorda che erano comunque esclusi dal beneficio:

  1. le risorse proprie tradizionali previste dall’articolo 2, paragrafo 1, lettera a), delle decisioni 2007/436/CE/Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, e 2014/335/UE/Euratom del Consiglio, del 26 maggio 2014, e l’imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione;
  2. le somme dovute a titolo di recupero di aiuti di Stato ai sensi dell’art. 16 del regolamento (UE) n. 2015/1589 del Consiglio, del 13 luglio 2015;
  3. l’Iva all’importazione;
  4. le somme dovute a titolo di recupero di aiuti di Stato (ai sensi dell’art. 14 del Regolamento CE n. 659/1999);
  5. i crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei conti;
  6. le multe, le ammende e le sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna;
  7. le altre sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o per violazione degli obblighi relativi ai contributi e ai premi dovuti dagli enti previdenziali.
logo