Entro venerdì 27 il versamento dell’acconto Iva

Scadrà venerdì 27 dicembre il termine per la liquidazione e il versamento dell’acconto Iva 2019.

In particolare:

  1. sono tenuti all’adempimento i soggetti esercenti attività d’impresa e/o arti e professioni in regime Iva. Sono peraltro previsti alcuni esoneri. In generale non sono tenuti al pagamento dell’acconto IVA coloro che non sono tenuti a effettuare le liquidazioni periodiche Iva, mensili o trimestrali, (per esempio, gli agricoltori esonerati e chi ha aderito al regime per le nuove iniziative produttive) e gli enti pubblici territoriali che esercitano attività rilevanti ai fini Iva (per esempio, i comuni che gestiscono l’erogazione di acqua, gas, energia elettrica e vapore);
  2. il versamento va effettuato utilizzando il modello F24 con modalità telematiche, evidenziando i codici tributo “6013-versamento acconto per IVA mensile” o “6035-versamento acconto per IVA trimestrale”;
  3. per i soggetti in regime trimestrale non è dovuta alcuna maggiorazione;
  4. anche quest’anno, come di consueto, è possibile utilizzare alternativamente uno dei seguenti metodi:
    a. criterio storico: 88 per cento dell’ultima liquidazione Iva dell’anno precedente;
    b. criterio previsionale: 88 per cento del fatturato dell’ultimo mese o trimestre dell’anno;
    c. criterio delle operazioni fatturate: 100 per cento dell’Iva a debito sulle operazioni effettuate fino al 20 dicembre dell’anno.
logo