Entro venerdì 31 maggio l’opzione per l’estromissione agevolata dei beni dall’impresa

Scadrà venerdì prossimo, 31 maggio, il termine entro il quale è possibile esercitare l’opzione per l’esclusione agevolata dei beni immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa individuale, con effetto dal periodo di imposta in corso alla data del 1° gennaio 2019.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. sono interessati all’adempimento in esame gli imprenditori individuali;
  2. possono essere oggetto di estromissione i beni immobili strumentali posseduti alla data del 31 ottobre 2018;
  3. a tal fine occorre versare un’imposta sostitutiva di Irpef ed Irap nella misura dell’8 per cento della differenza tra il valore normale di tali beni e il relativo valore fiscalmente riconosciuto;
  4. il versamento dev’essere effettuato con il modello F24, riportando il seguente codice tributo: “1127 – imposta sostitutiva per l’estromissione dei beni immobili strumentali dall’impresa individuale”;
  5. per tale versamento dell’imposta sostitutiva è previsto il pagamento in due rate:
    • il 60 per cento dell’importo dovuto entro il 30 novembre 2019;
    • il restante 40 per cento entro il 16 giugno 2020.

Si ricorda infine che tali termini sono stati disposti dall’art. 1, comma 66, della legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145), che rinvia alla disciplina contenuta nell’art. 1, comma 121, della Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208).

logo