Esterometro e spesometro, allo studio la proroga al 31 marzo

Ministero dell’Economia e finanze al lavoro per valutare un possibile rinvio dal 28 febbraio al 31 marzo per la comunicazione dei dati delle fatture relative alle operazioni transfrontaliere (esterometro), lo spesometro e la trasmissione dei dati delle liquidazioni Iva.

Nessuna proroga, invece, per la liquidazione Iva del 18 febbraio (in quanto il 16 cade di sabato) e per la moratoria sulle sanzioni relative alla tardiva trasmissione delle fatture elettroniche, come richiesto nei giorni scorsi dal Consiglio nazionale dei commercialisti e dalle associazioni di categoria.

Il presidente del CNDCEC, Massimo Miani, in una nota indirizzata a Mef e Agenzia delle Entrate, ha proposto in realtà una proroga più ampia, con uno spostamento al 15 aprile del termine per l’invio dello spesometro relativo al secondo semestre 2018 (ovvero all’ultimo trimestre 2018) e per la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA relative al quarto trimestre 2018 e al 30 maggio per l’esterometro.

Per la proroga si attende ora la decisione del Ministero dell’Economia, che dovrà essere ufficializzata con l’emanazione di un apposito Decreto della presidenza del Consiglio.

logo