Imposta di bollo sulle fatture elettroniche, in discussione nuovi termini per il versamento

Se la proposta sarà accolta, ci sarà più tempo per sanare il versamento dell’imposta di bollo virtuale senza applicazione di interessi e sanzioni. Tra gli emendamenti al Decreto Milleproroghe (D.L. 30 dicembre 2019, n. 162), in via di conversione in legge, è prevista infatti la modifica all’art. 17 del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito in legge n. 157/2019 , per cui:

  1. qualora l’imposta dovuta per le fatture elettroniche emesse nel primo trimestre solare dell’anno sia di importo inferiore a 250 euro, e semprechè l’importo complessivo dell’imposta dovuta per il primo e secondo trimestre sia superiore a 250 euro, il versamento potrà essere effettuato nei termini previsti per il versamento dell’imposta relativa alle fatture emesse nel secondo trimestre dell’anno; inoltre
  2. se, considerando anche l’imposta dovuta per le fatture emesse nel secondo trimestre dell’anno, l’importo complessivo da versare resta inferiore a 250 euro, il pagamento dell’imposta relativa al primo e secondo trimestre dell’anno potrà essere effettuato nei termini previsti per il versamento dell’imposta dovuta in relazione alle fatture elettroniche emesse nel terzo trimestre dell’anno di riferimento.

Restano invece ferme le scadenze ordinarie per i versamenti dell’imposta di bollo dovuta per le fatture elettroniche emesse nel terzo e quarto trimestre solare dell’anno.

logo