In arrivo contributi per l’internazionalizzazione

E’ stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale un decreto del Ministero dello Sviluppo economico che introduce nuovi strumenti finanziari finalizzati a favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese: si tratta in particolare della possibilità di usufruire di finanziamenti agevolati a valere sul Fondo 394, per:

  1. lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di un Market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria;
  2. l’inserimento temporaneo in azienda di TEM per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.

Possono usufruire delle agevolazioni in esame le imprese aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali, in forma singola o di rete soggetto, che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere in stato di attività e risultare iscritte al Registro delle imprese;
  2. non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  3. non essere destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231;
  4. non risultare inadempienti rispetto a pagamenti relativi a finanziamenti precedentemente concessi a valere sul Fondo 394.

Le modalità di presentazione delle domande per  gli  interventi in esame, gli aspetti operativi connessi alla gestione degli interventi, compresi i criteri di ammissibilità e gli aspetti relativi alle erogazioni dei finanziamenti agevolati, al rimborso e alle cause di revoca, saranno stabiliti da un’apposita circolare del Ministero dello Sviluppo economico.

Il decreto prevede inoltre quanto segue:

  1. il finanziamento minimo concedibile è pari a 25mila euro, mentre l’importo massimo è stato fissato a 300mila euro;
  2. al finanziamento si applica un tasso di interesse del 10 per cento del tasso di riferimento Ue;
  3. il finanziamento non può avere una durata superiore a quattro anni, mentre il periodo di preammortamento è di un anno.
logo