Indennità di maggio: è attivo il servizio online per la presentazione delle domande

attivo il servizio online per la presentazione delle domande per l’indennità Covid-19 di 1.000 euro relativa al mese di maggio 2020: lo ha reso noto l’Inps con un comunicato pubblicato sul proprio sito. La misura – introdotta dall’art. 84 , commi 2, 3 e 6, del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34) è riconosciuta:

  1. ai liberi professionisti con partita Iva, compresi i partecipanti a studi associati/società semplice, che hanno registrato un calo del reddito del 33% nel secondo bimestre 2020 rispetto al secondo bimestre 2019. Questi lavoratori non riceveranno l’indennità in automatico, come è avvenuto per il mese di aprile, ma dovranno presentare una apposita richiesta sul sito dell’Istituto;
  2. ai collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla Gestione separata Inps che abbiano cessato il rapporto al 19 maggio 2020. Per questa categoria di lavoratori non occorre presentare una nuova domanda, se si è già fruito del bonus relativo a marzo e aprile;
  3. ai lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. Anche in questo caso, non è necessaria una nuova domanda, se si è già fruito del bonus per marzo e aprile.

Per i professionisti iscritti alle casse private si dovrà invece attendere un successivo decreto ministeriale per il nuovo bonus.

logo