Istituiti i codici tributo per il versamento delle concessioni governative sui telefoni cellulari

Con la Risoluzione 3 giugno 2020, n. 31/E, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo utilizzabili per il versamento (con l’F24) delle somme dovute a seguito degli atti di recupero delle tasse sulle concessioni governative di cui all’art. 21 della Tariffa allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 641. Per effetto di tale norma, in particolare, è dovuta la tassa di concessione governativa sulla licenza per l’impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre di comunicazione (telefoni cellulari). Si tratta in particolare dei seguenti codici tributo:

  • “3425”, denominato “Tassa concessione governativa – telefonia mobile – atto di accertamento”;
  • “3426”, denominato “Tassa concessione governativa – telefonia mobile – interessi – atto di accertamento”;
  • “3427”, denominato “Tassa concessione governativa – telefonia mobile – sanzioni- atto di accertamento”.

Le spese di notifica relative a tali atti sono versate con il codice tributo (vigente) “9400 – spese di notifica per atti impositivi”.

logo