Dal 15 giugno le domande di accesso al “Voucher 3I”

Dal prossimo 15 giugno 2020 sarà possibile presentare ad Invitalia la domanda di accesso al “Voucher 3I –Investire In Innovazione”, misura introdotta dall’art. 32, comma 7, del D.L. 30 aprile 2019, n. 34, convertito con modifiche dalla legge 28 giugno 2019, n. 58 (cosiddetto “decreto Crescita”) al fine di sostenere la competitività delle start up innovative attraverso il finanziamento dei servizi di consulenza necessari a valorizzare e tutelare, in Italia e all’estero, i processi tecnologici tramite la brevettabilità dell’invenzione.

Per poter usufruire del voucher, i servizi di consulenza dovranno essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense. I servizi acquisibili con il voucher possono essere riferiti:

  • alla realizzazione di ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • alla stesura della domanda di brevetto nonchè al suo deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • al deposito all’estero di una domanda nazionale di brevetto.

Al riguardo si ricorda inoltre quanto segue:

con il Decreto Direttoriale 19 febbraio 2020 , il Ministero dello Sviluppo economico aveva approvato i criteri e le modalità relative alla formazione e alla gestione degli elenchi dei consulenti in proprietà industriale e degli avvocati abilitati a fornire alle start-up innovative i servizi di consulenza finanziabili con il voucher 3I;

  1. non sono erogabili servizi di consulenza relativi a risposte a rilievi ministeriali, repliche a rapporti di ricerca, depositi istanze varie e quant’altro non incluso strettamente nei servizi previsti dalla normativa;
  2. il voucher non include gli oneri relativi a tasse e diritti per il deposito della domanda di brevetto;
  3. non sono comunque ammessi i servizi erogati per start-up di cui il consulente o l’avvocato sia amministratore, socio o dipendente.
logo