La Cassazione indica i casi in cui la cartella dev’essere preceduta dall’avviso bonario

|

L’emissione della cartella di pagamento con le modalità previste dall’art. 36-bis, comma 3, del D.P.R. n. 600/1973 e dall’art. 54-bis, comma 3, del D.P.R. n. 633/1972, richiede la preventiva comunicazione dell’esito del controllo al contribuente quando la procedura di liquidazione automatizzata non si limiti a rilevare meri errori materiali ma richieda rettifiche preventive dei dati contenuti nella dichiarazione. In tal caso, la sua omissione può comportare la nullità della cartella ex art. 6, comma 5 , della legge 27 luglio 2000, n. 212 (Statuto del contribuente).

Tale principio, affermato in giurisprudenza (si segnala ad esempio Corte di Cassazione 24 gennaio 2018, n. 1711 ), è stato ora ribadito dalla quinta sezione tributaria della Suprema Corte con l’ordinanza 19 aprile 2018, n. 14998 , depositata lo scorso 8 giugno.

Si ricorda che ai sensi della norma sopra richiamata, prima di procedere ad iscrizioni a ruolo derivanti dalla liquidazione di tributi risultanti da dichiarazioni, qualora sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione, il Fisco deve invitare il contribuente a fornire i chiarimenti necessari o a produrre i documenti mancanti entro un termine congruo e comunque non inferiore a 30 giorni dalla ricezione della richiesta. Nell’occasione i giudici di legittimità hanno altresì sottolineato che tale regola:

  1. si applica anche qualora, a seguito della liquidazione, emerga la spettanza di un minor rimborso di imposta rispetto a quello richiesto;
  2. non si applica in caso di iscrizione a ruolo di tributi per i quali il contribuente non è tenuto ad effettuare il versamento diretto.

Con la richiamata ordinanza n. 14998/2018 , infine, la Cassazione ha confermato che il contribuente il quale abbia dichiarato redditi superiori a quelli dovuti, qualora non abbia provveduto al pagamento della maggiore imposta, può opporre in sede giudiziale alla pretesa dell’Amministrazione l’erroneità, in fatto o in diritto, della dichiarazione, attesa l’emendabilità della stessa (in tal senso si segnala anche Cass. 9 marzo 2018, n. 5728 ).

Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close