Fattura elettronica per i carburanti verso la proroga

“Stiamo lavorando con il ministro Tria per rinviare la fatturazione elettronica al primo gennaio 2019”. Queste le parole del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, intervenuto questa mattina con una dichiarazione rilasciata alla radio RTL 102.5.

Di Maio ha inoltre espresso solidarietà nei confronti delle organizzazioni dei gestori degli impianti di rifornimento carburanti – Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc-Anisa-Confcommercio – le quali hanno indetto uno sciopero per il 26 giugno prossimo, per chiedere la proroga del termine di avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante che scatterà il prossimo 1° luglio.

Al riguardo si ricorda che lo scorso 12 giugno è stata inviata una lettera proprio al Ministro dello Sviluppo economico con cui si evidenziavano i problemi strutturali della distribuzione carburanti ed aspetti connessi con l’iniquità del sistema della fatturazione elettronica.

Tra le principali novità che il Governo Conte sarebbe in procinto di varare, inoltre, vi è anche l’abolizione dello spesometro, del redditometro e degli studi di settore. Le misure – ha spiegato il rappresentante di Palazzo Chigi – dovrebbero confluire in un provvedimento battezzato “decreto dignità”.

Si ricorda che nei giorni scorsi Di Maio, intervenendo all’assemblea generale di Confcommercio, aveva anche garantito che le aliquote Iva non aumenteranno.

logo